391.1107231

Chiama ora

9:00-19:00

Orari d'apertura: Lunedì - Venerdì

9:00-13:00

Orari d'apertura: Sabato

Facebook

 

Ristrutturazione di interni: libretto di istruzioni

Gruppo Abitiamo > Blog  > Ristrutturazione di interni: libretto di istruzioni

Ristrutturazione di interni: libretto di istruzioni

Quanti sogni hanno accompagnato il vostro progetto di casa e ora, ecco, ci siete: solo la ristrutturazione vi separa dal renderli realtà.

Questo è il momento più delicato perché se qualcosa va storto potreste ritrovarvi molto distanti dai vostri granitici punti di partenza sul mantenere, per esempio, il pavimento antico originale o sul volervi ricavare una zona home office lontana dalla stanza dei bambini!

Avrete per di più investito tanto denaro e tanto tempo in un’attività che non è esattamente riposante, ma che impegna anzi moltissimo, tenendovi sulle spine nel confronto continuo tra desideri e fattibilità, gusti personali e offerta di mercato.

La ristrutturazione degli interni può insomma essere considerata come un viaggio al quale occorre prepararsi scrupolosamente, ancor di più se si tratta di ristrutturare case vecchie le quali richiedono probabilmente una concezione del tutto nuova tanto nella divisione degli ambienti quanto nell’impiantistica.

In questo articolo vi proponiamo dunque una piccola guida alla ristrutturazione di interni che vi sarà utile soprattutto perché…

  • dotandovi di una buona organizzazione sarà più semplice scegliere i professionisti a cui rivolgervi;
  • il risultato finale sarà più fedele al progetto iniziale;
  • la direzione dei lavori sarà meno stressante.

Pronti? Via.

La ristrutturazione d’interni in poche mosse

ristrutturare-case-vecchie

Da dove iniziare? Questa è facile: dal sopralluogo. La verifica dello stato dei luoghi deve essere affidata ad un esperto che dovrà poi scrivere una perizia tecnica. Voi siete molto concentrati su tutto ciò che sarà a vista come i pavimenti o gli infissi ma un professionista si fa ben altre domande e indaga su ciò che è nascosto ma va attentamente valutato.

Il perito dovrà dare per esempio una risposta ai quesiti sull’isolamento termico, sul collegamento alla rete fognaria, su eventuali problemi di infestazioni, sulle condizioni degli impianti, sull’abbattimento di tramezzi, ecc. ecc. Anche da un punto di vista cronologico nella ristrutturazione d’interni gli interventi di carattere strutturale devono precedere le finiture.

Seguono poi la demolizione e la rimozione di tutto ciò che va ricostruito meglio o che può essere d’intralcio in cantiere. A seguire ancora le tracce: si predisporranno gli scarichi, i materiali idraulici ed elettrici, le solette dei pavimenti.

È in questa fase che occorre occuparsi dell’isolamento termico, lasciandosi ancora una volta consigliare da una ditta competente, puntando su soluzioni come quella del cappotto termico interno traspirante. Successivamente verranno messi a norma gli impianti e la rete del gas, si installeranno le caldaie e i caloriferi.

Una volta effettuati tutti gli allacciamenti il vostro immobile sarà già vivibile ma non ancora abitabile.

Al vostro progetto di ristrutturazione d’interni manca l’intervento di un architetto, che vi aiuterà a suddividere gli spazi e a fare in modo che nessuno vada sprecato. A questo punto potrete anche, con il suo aiuto, scegliere i rivestimenti, le pitture, la carta da parati e l’arredamento.

Se la casa è composta da più piani è sempre meglio iniziare da quelli più alti perché sarà più facile tenere pulito il cantiere. Ricordatevi di non saldare mai in anticipo i tecnici e gli artigiani cui vi siete rivolti ma di farlo solo dopo, a lavorazione conclusa.

Un consiglio prezioso è quello di affidarvi ad una ditta che si occupa di ristrutturazioni chiavi in mano anziché lavorare con professionisti e ditte edili diverse.

Quando l’intero progetto di ristrutturazione di interni ha un coordinamento centralizzato i vantaggi sono numerosi:

  • le lavorazioni si svolgono secondo un calendario definito in accordo con i committenti;
  • gli interventi di maestranze e professionisti si armonizzano perfettamente tra loro;
  • i proprietari non dovranno disperarsi alla ricerca di questo o quel professionista poiché i contatti sono forniti dall’azienda che si assume su questo piena responsabilità;
  • il risultato finito corrisponde al progetto iniziale,
  • una volta definito il budget lo stesso non sarà “tradito”,
  • i tempi di consegna sono più corti e sono definiti nel contratto iniziale sottoscritto dalle parti;
  • per i committenti è molto meno stressante.

Noi di Gruppo Abitiamo siamo specializzati in grandi e piccole ristrutturazioni chiavi in mano, non solo a Roma e provincia ma anche in tutto il resto d’Italia, grazie al nostro franchising in espansione costante.

Vi piacerebbe sapere come possiamo rendere più semplice la vostra ristrutturazione d’interni o quanto costerebbe realizzare il vostro progetto? Allora in cima alla to do list inserite questo punto: scriverci, telefonarci o venirci a trovare presso la nostra sede di Roma, in via Eschilo 74.

Nessun commento

Scrivi il tuo commento