391.1107231

Chiama ora

9:00-19:00

Orari d'apertura: Lunedì - Venerdì

9:00-13:00

Orari d'apertura: Sabato

Facebook

 

Ecco come ristrutturare la cucina secondo gli esperti

Gruppo Abitiamo > Blog  > Ecco come ristrutturare la cucina secondo gli esperti

Ecco come ristrutturare la cucina secondo gli esperti

ristrutturare-cucina

Ristrutturare la cucina è un desiderio di molti: si tratta di uno degli ambienti più importanti della casa, frequentato non solo da chi ama cucinare ma anche dai bambini che hanno bisogno di uno spazio in cui sia concesso “fare pasticci” e sporcare, o dagli adulti che lavorano concedendosi qualche spuntino ogni tanto.

Se nella vostra cucina vi sentite a disagio perché è uno spazio troppo ingeneroso o se vi state chiedendo come ristrutturare una cucina vecchia, incompatibile con le esigenze della vita moderna o con la vostra personalità, troverete in questo articolo diversi spunti.

I suggerimenti vengono dagli esperti nella ristrutturazione delle cucine di Gruppo Abitiamo e si basano sulla nostra esperienza pluri ventennale: in giro per l’Italia abbiamo progettato e realizzato cucine grandi e piccole, classiche e moderne, cucine all’aperto, cucine su misura, cucine in open space e angoli cottura.

Queste soluzioni non valgono per tutti, in alcuni casi troverete che non sono realizzabili nel vostro caso, per vincoli di spazio o di budget, ma i nostri consulenti sono qui per questo: adattare ogni progetto di ristrutturazione alle necessità particolari. Saranno quindi pronti a rispondere alle vostre richieste via mail o per telefono.

Nel frattempo ecco qualche ispirazione…

Lista dei desideri per ristrutturare la cucina

ristrutturare-cucina-isola

Il nostro primo consiglio per voi che vi preparate a ristrutturare la cucina è: considerate all’inizio tutte le possibilità, poi depennate dalla lista il non realizzabile. Quante più idee avrete raccolto in una fase preliminare, tanto più sarà semplice rinunciare al superfluo o alle lavorazioni per voi impossibili.

Spostare la cucina e gli scarichi

È una questione con qualche matassa da dipanare, relativa alle tubazioni dell’acqua e del gas. Queste lavorazioni richiedono una certa precisione idraulica, in particolare nel calcolo della pendenza necessaria affinché le tubazioni non si ostruiscano e i nuovi tubi del gas vengano installati in sicurezza.

Ristrutturare una cucina spostandola altrove ha un costo compreso tra i 150 euro (se bisogna trasferire solo le tubazioni di adduzione dell’acqua restando nello stesso vano) e i 700 euro (nel caso in cui bisognerà aggiungere in una nuova stanza i punti acqua).

Più spazio per gli ospiti

Come mai durante le feste gli ospiti tendono a riunirsi tutti in cucina anziché in soggiorno? Mistero. Eppure questo ci porta ad una delle lavorazioni forse più importanti tra quelle da programmare: la creazione di passaggi ampi a sufficienza tra uno spazio di lavoro e un altro, un elettrodomestico e un altro. I corridoi dovrebbero avere un’ampiezza minima di 107 cm e non superare i 130 cm, per evitare che lo spazio diventi poco funzionale.

Aumentare la luce naturale

ristrutturare-cucina-luce-naturale

Ristrutturare la cucina può significare anche orientarsi su scelte strategiche, come quella di rinunciare agli armadi a muro a vantaggio delle finestre. Più luce naturale significa anche risparmiare su quella artificiale. L’assenza di spazio per i pensili andrà però compensata con un maggior numero di cassetti e sportelli bassi nel mobilio.

Posare pavimenti indistruttibili

Il pavimento della cucina desta sempre qualche preoccupazione in merito alla resistenza alle macchie, all’acqua e al calpestìo.

La pietra è una nuova tendenza da considerare, adatta a pavimenti di sostanza nell’aspetto e nella funzione. Se amate gli spazi industriali e l’idea che la vostra cucina assomigli a un laboratorio creativo valutate anche la resina, che non si rovina facilmente e in più conferisce un senso di continuità per l’assenza di fughe.

Ingrandire il piano cottura

Spesso chi desidera ristrutturare la cucina punta a guadagnare più comodità nella zona fuochi. Molte persone fanno un uso modesto del forno, pur cucinando molto per la famiglia e gli ospiti. La soluzione ideale è in questo caso un piano cottura con 6 o 8 fornelli, necessariamente accompagnato da una cappa potente.

Inserire l’isola, finalmente!

isola-cucina

Se un normale piano di lavoro offre una profondità di 60 cm, con un’isola avete a disposizione anche 1 metro: una superfice ideale per sbizzarrirvi nella preparazione di manicaretti per una grande comitiva. Resta spazio anche per fare accomodare gli amici e sorseggiare insieme un bicchiere di vino mentre si traffica ai fornelli. Le isole sono personalizzabili anche in altezza, quindi se siete alti potete chiedere al progettista di aumentare lo standard da 91 a 102 cm.

Osare con il colore

Se pareti, pavimenti e piani di lavoro sono di colore neutro, c’è spazio per una nota colorata, tanto audace quanto i proprietari in procinto di ristrutturare la cucina saranno coraggiosi. Per non commettere errori e fare in modo che le tonalità si armonizzino nel modo giusto con le superfici spesso lucide e smaltate della cucina è sempre meglio chiamare in aiuto un architetto.

Voi cosa ne pensate? Cosa c’è in cima alla vostra lista delle cose irrinunciabili in cucina? Per discutere del vostro progetto veniteci a trovare in sede: siamo a Roma, in Via Eschilo 74 (presso il centro commerciale Eschilo, quartiere Axa). Per ristrutturare la vostra cucina possiamo però raggiungervi in tutta Italia.

Nessun commento

Scrivi il tuo commento