391.1107231

Chiama ora

9:00-19:00

Orari d'apertura: Lunedì - Venerdì

9:00-13:00

Orari d'apertura: Sabato

Facebook

 

La progettazione nella ristrutturazione della casa e il preventivo di spesa per lavori edili

Gruppo Abitiamo > Blog  > La progettazione nella ristrutturazione della casa e il preventivo di spesa per lavori edili

La progettazione nella ristrutturazione della casa e il preventivo di spesa per lavori edili

progettazione-ristrutturazione-casa

La ristrutturazione della casa richiede una progettazione attenta, ossatura stessa di tutta l’impresa che mira alla realizzazione del desiderio (più o meno ambizioso) dei proprietari.

Il progetto permette di individuare un elenco di lavorazioni e di rispondere a domande come, per esempio:

Occorre spostare i tramezzi?

Gli impianti vanno modificati, ampliati o messi a norma?

Bisogna trasferire la cucina o i bagni?

Si interverrà anche sul tetto?

I pavimenti devono essere rifatti?

Come vedremo tra poco la redazione del progetto è di competenza di alcuni professionisti abilitati. Ciò nonostante è importante che il committente abbia acquisito alcune conoscenze, almeno approssimative, sullo stesso. Questo aiuterà a individuare grosse sviste o, addirittura, mancanze dovute a malafede.

A questo proposito giova ricordare che il progetto di ristrutturazione della casa consta di tre parti: una relazione generale nella quale occorre entrare nel dettaglio dei lavori attesi, un elaborato tecnico con planimetria (anche degli impianti se questi verranno modificati) e pianta a più sezioni e un computo metrico che comprende qualunque indicazione quantificabile.

Il progetto di ristrutturazione di un appartamento o di altro immobile definisce, insomma, l’entità dell’intervento ed è sulla base di questo documento che si potrà poi richiedere un preventivo di spesa per lavori edili.

Il preventivo di spesa per lavori edili

preventivo-spesa-lavori-edili-accordo-ditta

La scelta dell’impresa cui affidare i lavori indicati nel progetto di ristrutturazione dell’appartamento è un momento cruciale. Sono infatti gli artigiani, le maestranze e i loro coordinatori a separare i sogni e le idee dei committenti dalla realtà.

Una volta conclusa la fase di progettazione per la ristrutturazione della casa normalmente si procede chiedendo un preventivo di spesa per i lavori edili ad alcune ditte precedentemente individuate.

È importante comparare le diverse offerte e, per far sì che le stesse siano più precise possibile, bisognerà fornire alle imprese tutta la documentazione necessaria e le informazioni relative ai materiali già scelti e alle tempistiche attese. Ha invece poco senso rivolgersi alla ditta con un approccio vago, del tipo: “Buongiorno, sono la signora Maria e vorrei sapere quanto costerebbe ristrutturare una casa di 80 mq”!

Sula base dello stesso principio è meglio diffidare di quanti pubblicizzano i loro servizi con messaggi in cui si promette una ristrutturazione “a partire da tot euro”, poiché il significato di questa formula è piuttosto nebuloso.

Un preventivo di spesa per lavori edili comprende infatti molti voci le quali rappresentano altrettante variabili: com’è realisticamente possibile prevederle tutte senza aver nemmeno effettuato un sopralluogo?

Nella scelta finale bisognerà tenere in considerazione non solo le voci di spesa indicate nel preventivo ma anche i lavori già eseguiti dalla ditta, l’impressione generale che ci ha lasciato la visita in sede e le abilitazioni in loro possesso. Le offerte particolarmente economiche andrebbero invece attentamente soppesate e guardate con sospetto.

Il preventivo è generalmente gratuito e senza impegno e molti offrono la possibilità di richiederlo online. I preventivi hanno una scadenza, ovvero un periodo di validità trascorso il quale non si possono più ritenere validi (normalmente da 1 a 3 mesi).

Un’impresa di ristrutturazione seria vorrà però eseguire un sopralluogo prima di farvi avere il calcolo delle spese. In mancanza di sopralluogo il prezzo potrebbe essere sovradimensionato rispetto la reale necessità oppure, all’opposto, eccessivamente ridotto, il che comporterebbe una ricalibrazione in corso d’opera per le spese non preventivate.

Un buon preventivo permette di apprezzare la preparazione tecnica e l’esperienza del fornitore del servizio e dovrebbe indicare o descrivere chiaramente:

  • le tempistiche del lavoro e le penali in caso di violazione;
  • il costo delle singole lavorazioni e, dove possibile, le quantità con il prezzo unitario;
  • le diverse fasi dei lavori;
  • il totale del prezzo finale senza IVA e con IVA;
  • le modalità di pagamento;
  • la documentazione a supporto.

A chi affidare il progetto di ristrutturazione dell’appartamento?

A questo punto speriamo di aver chiarito perché la progettazione costituisce la fase più delicata nella ristrutturazione della casa. Ma chi se ne occupa? Quali professionalità sono chiamate in causa e a chi è meglio rivolgersi?

Secondo la legge il progetto può essere affidato a architetti, geometri o ingegneri purché regolarmente iscritti all’albo di appartenenza.

Il settore edile e delle ristrutturazioni si è rimodulato nel corso degli ultimi anni: mentre prima era più semplice trovare una ditta che includesse diverse professionalità, adesso abbiamo a che fare sempre più spesso con chi si occupa esclusivamente di lavori di muratura, chi fa solo il cartongessista, chi offre soltanto un servizio di posa del parquet, ecc. ecc.

Questa situazione si traduce per i proprietari nella difficoltà data dal rivolgersi a più artigiani, individuando sempre il migliore tra loro, coordinandoli, verificando che rispettino quanto espresso nel progetto e tutto questo contemporaneamente! Naturalmente non è facile ed è anche richiesta conoscenza del settore e qualche dote di “preveggenza edilizia”, che permetta di anticipare quanto succederà in cantiere con le maestranze.

La soluzione in realtà è semplice e alla portata di tutti perché non comporta costi diversi dal fai da te. Affidandosi ad un general contractor, ovvero a un’azienda che offra soluzioni di ristrutturazione chiavi in mano, ci si mette al riparo dall’ansia e dallo stress tipici delle ristrutturazioni.

L’impresa madre è in questi casi responsabile di tutto il processo, dalla redazione del progetto all’esecuzione dei lavori, e coordina e armonizza tutti i professionisti che lavorano in studio e in cantiere.

Il vantaggio è anche di natura pratica: questo modo di procedere garantisce una più perfetta aderenza del lavoro compiuto rispetto il progetto di ristrutturazione dell’appartamento. Si tratta infatti di un’unica squadra che lavora all’unisono, come un’orchestra musicale segue le istruzioni del suo direttore.

Un altro beneficio non trascurabile consiste nella selezione dei tecnici responsabili. Il general contractor ha acquisito esperienza nel settore e, nel corso del tempo, ha potuto selezionare collaboratori che garantiscono l’eccellenza. Eventuali partner poco professionali che hanno creato problemi, per esempio, nella gestione dei tempi di consegna o nella qualità delle lavorazioni, sono stati abbandonati a favore dei più meritevoli. Chi deve ristrutturare casa non dovrà quindi preoccuparsi di gestire da solo questa selezione né di incorrere in maestranze non qualificate.

Infine, tornando sul tema del preventivo di spesa per lavori edili, affidandosi ad un’impresa di ristrutturazioni chiavi in mano i costi sono fin dall’inizio definiti con trasparenza e puntualità e la responsabilità di eventuali “sorprese” ricade sul team e mai sui proprietari che hanno firmato un accordo ben circostanziato anche da un punto di vista economico.

Vuoi saperne di più? Scrivi a Gruppo Abitiamo

Se siete in cerca di un valido referente per la progettazione nella ristrutturazione di casa vostra o se vi piacerebbe ricevere un preventivo di spesa per lavori edili confezionato a regola d’arte, scriveteci!

Noi di Gruppo Abitiamo siamo una grande squadra di professionisti della ristrutturazione e della costruzione edile. Negli ultimi anni abbiamo lavorato per realizzare una rete di collaboratori qualificati su tutto il territorio nazionale e grazie a queste partnership siamo oggi in grado di seguire il cliente durante tutto il percorso che conduce alla definizione del suo progetto, modesto o ambizioso che sia.

Progettazione, scelta dei materiali, isolamento termico, risparmio energetico, burocrazia e interior design: in ognuna di queste fasi siamo al fianco di chi ci ha concesso fiducia e ci impegniamo allo scopo di concretizzare ogni sua preferenza.

Annoveriamo tra i nostri partner i migliori studi di architettura del territorio e collaboriamo esclusivamente con le aziende che riteniamo in linea con i nostri standard. Pretendiamo puntualità nel rispetto delle scadenze e serietà sotto ogni profilo: siamo infatti consapevoli che il rapporto fiduciario instaurato con il cliente è frutto del contributo di tutti.

Parliamone ancora qui.

Nessun commento

Scrivi il tuo commento